COMITATO TECNICO SCIENTIFICO
REGOLAMENTO

ART. 1 – Costituzione e natura giuridica del Comitato Tecnico Scientifico

E’ costituito il Comitato Tecnico Scientifico (d’ora in avanti CTS) Il CTS opera sulla base di quanto previsto dall’art.5, comma 3 del DPR 88 del 2010 (“Regolamento per ilriordino degli Istituti Tecnici) e nell’ambito dell’autonomia scolastica di cui al DPR 275 del 1999.
Il CTS è l’organismo propositivo e di consulenza dell'Istituto, esprime pareri obbligatori e non vincolanti in merito a quanto indicato dall’art.3.
Esso agisce a supporto e in stretta collaborazione con gli altri organismi dell’Istituto (Collegio dei Docenti e Consiglio di Istituto), opera secondo le regole generali della Pubblica Amministrazione.

ART. 2 - Composizione e nomina del CTS

Il CTS è organo paritetico composto, in egual numero, da rappresentanti dell’istituto
Scolastico (membri di diritto, scelti e nominati dal Dirigente Scolastico) e rappresentanti delle associazioni di categoria, degli enti locali e delle Università (membri rappresentativi, scelti dall’ente di appartenenza e nominati dal Dirigente Scolastico).
Il CTS è composto da n. 2 membri di diritto, da n. 4 membri interni all’Istituto e da n. 6 membri rappresentativi esterni.
Sono membri di diritto :

Il Dirigente Scolastico pro tempore;
Il Presidente del Consiglio di Istituto pro tempore.
N. 1 Docenti titolari Funzione Strumentale Alternanza scuola lavoro
n. 5 Docenti in rappresentanza dei diversi indirizzi di studio.

I membri interni sono nominati dal Dirigente Scolastico su indicazione del Collegio dei Docenti, in modo da assicurare la rappresentanza degli Indirizzi di studio presenti nell’Istituto e di evitare una completa coincidenza fra membri del CTS e la componente docenti del Consiglio di Istituto.

Sono membri rappresentativi esterni un rappresentante di ciascuno dei seguenti soggetti:

n. 1 Rappresentante Comune - CL
n. 1 Rappresentante Collegio Geometri- CL
n. 1 Rappresentante dell’Ordine della Consulenza Tributaria e Fiscale- CL
n. 1 Rappresentante dell’Ordine Professionale dei Consulenti del Lavoro - CL
n. 1 Rappresentante Confindustria – CL
n. 1 Rappresentante PFE Di Salvatore Navarra di Caltanissetta
n. 1 Rappresentante Camera di Commercio di Caltanissetta

I membri di diritto sono in numero pari ai membri rappresentativi

I rappresentanti esterni sono designati dall’ente o associazione di appartenenza e nominati dal DirigenteScolastico.
I membri del CTS durano in carica tre anni, essi decadono prima del termine del mandato: in caso di cessazione del rapporto di lavoro con l’Istituto per i membri interni, in caso di revoca della designazione peri membri esterni, ovvero dopo due assenze ingiustificate consecutive dalle riunioni per tutti i componenti non di diritto.

Nel caso di decadenza di un componente, il Dirigente Scolastico procede a nuova nomina, con le stesse modalità del presente articolo.
Il CTS è presieduto dal Dirigente Scolastico o, in sua assenza, da Presidente del Consiglio di Istituto.

Art. 3 – Competenze e finalità del Comitato Tecnico Scientifico

Il CTS esercita una funzione consultiva generale in ordine all'attività di programmazione, e all’innovazione formativa e didattica dell'Istituto, formulando proposte e pareri al Collegio dei Docenti ed al Consiglio d'Istituto.
Il Comitato può esprimere parere su ogni altra questione che gli venga sottoposta dal presidente e dai suoicomponenti, in particolare dai membri rappresentativi esterni.
Il CTS formula proposte coerenti con il P.O.F dell'Istituto, in rapporto alle istanze provenienti dal mondo del lavoro, dell’impresa e delle amministrazioni pubbliche e ne propone l'attuazione al Collegio dei Docenti e al Consiglio d’Istituto.
In particolare, il Comitato:
- Formula proposte e pareri in ordine all’utilizzazione degli spazi di flessibilità e dell’autonomia previsti dal nuovo ordinamento degli Istituti Tecnici;
- Avanza proposte riguardo alla attivazione , all’organizzazione e all’aggiornamento degli indirizzi di studio e delle loro eventuali articolazioni;
- Svolge funzioni di consulenza e di raccordo con la realtà del territorio per le attività organizzate dalla scuola in relazione a stage, alternanza scuola-lavoro, progetti di orientamento, fabbisogni professionali del sistema produttivo locale, partecipazione e promozione di Poli formativi e ITS, reperimento contributi per i laboratori e le attrezzature.
- Contribuisce all’autovalutazione dell’Istituto in relazione alle predette attività.

ART. 4 - Modalità di funzionamento e di decisione del CTS
Le decisioni del CTS sono assunte con maggioranza semplice e prevalenza del voto
del presidente in caso di parità.
Possono essere chiamati a partecipare alle riunioni del CTS, a titolo consultivo, specialisti ed esperti di cui si dovesse ravvisare l’opportunità.
Le funzioni di segretario verbalizzante sono attribuite dal presidente ad uno fra i membri interni.
Il CTS si riunisce di norma tre volte l'anno e quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei componenti.
Ai sensi del citato DPR 88.2010 ai membri del comitato non spettano compensi ad alcun titolo.

ART. 5 - Disposizioni finali

Il presente Regolamento viene deliberato dal Consiglio di Istituto ed assunto dal Comitato tecnico-scientifico. Eventuali variazioni al presente regolamento verranno proposte dal CTS e deliberate dal Consiglio di Istituto.

Vai all'inizio della pagina