img1Mercoledì 18 aprile presso l’I.T.E.T. “Rapisardi – da Vinci” si sono disputate le fasi territoriali delle Olimpiadi di Informatica per le province di Caltanissetta, Enna, Ragusa ed Agrigento. L’evento è stato curato dalla Prof.ssa Laura Giammusso ed è stato un importante momento di crescita emotiva e professionali per tutti i 18 atleti ammessi alla competizione. Gli alunni partecipanti per il nostro Istituto sono stati: Federico Vruna ed Elia Zammuto, già medaglia di bronzo alle nazionali del 2017.
La competizione consiste nel risolvere problemi direttamente al PC implementando un programma in un linguaggio di programmazione a scelta tra C, C++ e Pascal.
Lo Olimpiadi di Informatica nascono da un accordo tra - Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca ed AICA - Associazione Italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico e costituiscono occasione per fare emergere e valorizzare le eccellenze nel campo del problem solving e della programmazione. Gli alunni che supererano la Fase Territoriale saranno ammessi direttamente alle nazionali che si terranno il prossimo 14 settembre a Campobasso.

0
0
0
s2sdefault

convegno

Ore 10.30:  Saluto ai partecipanti

  • prof. Santina Iacuzzo, dirigente scolastico Istituto Rapisardi da Vinci

 Ore 10.40: Interventi

  • ing. Gaetano Alù, presidente comitato Regione Siciliana WUKA KWF 
  • capitano Luigi Balestra. Arma dei carabinieri 
  • maestra Maria Russica, allenatrice nazionale mini cadets 
  • maestro Michele Nicosia, presidente Commissione tecnica nazionale WUKA KWF Italia

 Ore 11.15:  Relazione conclusiva   dott. Enzo Russo, scrittore

 Ore 11.45:   Dibattito 

 Ore 12.30:   Chiusura del convegno

0
0
0
s2sdefault

Senza titolo 1FERVONO I PREPARATIVI PER LE IMMINENTI PARTENZE ERASMUS
La preparazione pedagogica è quasi al termine, i corsi di lingua sono stati completati, tutto è pronto per le partenze dei nostri "eroi" che tra maggio e giugno raggiungeranno Lyon Sevilla, Derry e Portsmouth per svolgere 5 settimane di tirocinio lavorativo presso ditte già selezionate. I 26 ragazzi selezionati sono emozionati, ma non vedono l'ora di mettersi alla prova e dimostrare le loro capacità e competenze. Presto sosterranno via Skype un vero e proprio colloquio di lavoro in lingua con le aziende che li ospiteranno nei prossimi mesi. Uno degli ultimi step sarà l'incontro con i genitori per le ultime raccomandazioni e informazioni sui voli. Il conto alla rovescia è cominciato!

0
0
0
s2sdefault

MATURITÀ 2018: I PROGETTI DEGLI STUDENTI

ascales2L'ultimo anno delle scuole superiori può essere indimenticabile e non solo per la quantità di compiti in classe e interrogazioni. Tra gli studenti che quest'anno saranno protagonisti della maturità 2018, alcuni hanno investito il loro tempo nella creazione delle loro idee e progetti innovativi. E' il caso di A-Scales, una bilancia intelligente nata grazie all'impegno di Serena Anzalone, Matteo Lombardo, Marco Buono e Mattia Amico, ragazzi di 18 e 19 anni della quinta superiore dell'ITET Rapisardi-Da Vinci di Caltanisetta. I ragazzi, che hanno sviluppato il progetto interamente nei laboratori dell'Istituto, hanno potuto contare anche sull'aiuto dei docenti Manuela Musumeci, insegnante di Informatica, e Fabio Capraro, docente di Sistemi e Reti.
Per il team di A-Scales, quest'anno impegnato anche nell'esame di Stato 2018, la selezione per la Maker Faire è stata fonte di grande soddisfazione: "A-Scales è stato selezionato per l’evento fieristico internazionale Maker Faire 2017,  tra oltre 200 lavori provenienti dagli Istituti Scolastici di Secondo grado appartenenti ai Paesi dell’Unione Europea e non solo. Quest’anno, infatti, la fiera ha ricevuto candidature da Paesi extra UE come Israele, Svizzera, Cina e dall’India". A-SCALES: L'IDEA DI 4 MATURANDI DI CALTANISSETTA A-Scales (Automatic Scales) è una bilancia intelligente ideata per l'utente privato ma che in futuro potrebbe essere modellata per le esigenze delle piccole e medie imprese. Lo scopo è quello di evitare lo spreco di cibo: il sistema - con il quale si interagisce tamite un display touch interfacciato con un software - è in grado di fornire all'utente informazioni sugli alimenti presenti in casa come quantità e scadenza. La lettura degli alimenti e l'archiviazione viene fatta grazie a un sensore RFID adesivo che identifica in modo univoco l'alimento mentre il software archivierà tutte le informazioni e l'elenco dei prodotti. 

ascales1

Il sensore RFID, che è collegato a una scheda Arduino, acquisisce tutte le informazioni del prodotto e le invia, tramite Bluetooth a un device Android. Qui le informazioni si interfacciano con un software in grado di fornire altri dettagli come scadenza, calorie e quantità, e avvisi personalizzati durante la fase di scadenza del prodotto o l'esaurimento. Ma A-Scales consente anche ambiziosi sviluppi futuri, come assicurano i ragazzi del team: "Nella versione 2.0 il software si occuperà di fornire proposte di ricette basate sugli alimenti disponibili considerando anche il fabbisogno energetico legato a personali regimi dietetici. I contenitori per i cibi vanno in un primo momento registrati con l’alimento che conterranno, con la sua relativa data di scadenza".
Dopo la partecipazione alla Maker Faire, A-Scales arriverà quest'anno anche alla maturità 2018: l'ideatrice Serena Anzalone lo porterà all'esame come tesina. I quattro ragazzi dell'ITET Rapisardi-Da Vinci di Caltanisetta pensano già al futuro, all'università: "Dopo la maturità, tutti i componenti del team proseguiranno gli studi principalmente presso facoltà tecnico-scientifiche (Ingegneria Informatica, Ingegneria Elettronica, Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche) in accordo al nostro percorso di studi ed alle nostre attitudini personali". Per le altre informazioni su A-Scales, consultate il sito del progetto.

da studenti.it

0
0
0
s2sdefault
Vai all'inizio della pagina