olicad1Giuseppe Vaccaro, studente della V A CAT Geometri dell’Istituto “Rapisardi – Da Vinci” di Caltanissetta, è il vincitore della XVIII edizione delle Cad Olympics 2019, gara di disegno al computer, tenutasi presso l’Istituto Fontana di Rovereto (Trento) il 3 e 4 giugno: Giuseppe ha vinto una stampante in 3D e sarà di diritto inserito nell’Albo nazionale delle eccellenze del Ministero dell’istruzione. Al secondo e al terzo posto Paolo Rainoldi, dell’Istituto “Enrico Mattei” di Rho (Milano), e Tommaso Lorenzetti dell’Istituto “Sallustio Bandini” di Siena.
La finale delle CAD Olympics è stata preceduta da una fase di istituto, a cui sono stati iscritti novanta istituti italiani (circa 2000 studenti) e dalla successiva fase regionale.
L’impegnativa prova, da realizzarsi con la massima precisione e nel minore tempo, è consistita nella realizzazione, con software AutoCad 2020, di un disegno ispirato alle incisioni dell’illustratore olandese Escher.
I proff. Franco Cramerotti e Andrea Vinante, promotori dell’iniziativa – nel corso della cerimonia di premaiazione, alla presenza della Dirigente scolastica del Fontana, Elena Ruggieri, e dell’assessore alla cultura di Rovereto, Maurizio Tomazzoni – hanno sottolineato l’alta qualità degli elaborati prodotti dai finalisti e l’importanza dell’interpretazione e realizzazione del disegno su cui i ragazzi si sono veramente impegnati, dimostrando, inoltre, che tra nord e sud non ci sono differenze.
Il prof. Calogero Infantolino, referente della gara: «È una manifestazione di elevata valenza culturale e tecnico-scientifica in cui i ragazzi approfondiscono il disegno tecnico e la geometria descrittiva, con modalità vicine ai loro stili cognitivi: conoscenza avanzata di AutoCAD, intuito, logica e tempismo sono i requisiti richiesti. Gli studenti devono elaborare vere e proprie strategie in quanto lo stesso disegno può essere realizzato con diverse procedure: questo è didatticamente importante perché consente di sviluppare un modo di lavorare personale, utilizzando il software in maniera efficace.»
La Dirigente scolastica, Dott.ssa Santa Iacuzzo: «Sono orgogliosa di questo traguardo che ha portato il “Rapisardi – Da Vinci” alla ribalta nazionale, grazie al talento di Giuseppe e alla qualità del lavoro svolto dai nostri docenti. La scuola deve impegnarsi a creare ambienti favorevoli all’apprendimento e il gioco, la competizione e il confronto con gli altri contribuiscono a rafforzare le motivazioni nello studio. Gestire la risorsa tempo, la tecnologia e la competitività sono obiettivi importanti da cui i ostri ragazzi non potranno prescindere nell’entrare nel mondo del lavoro.»
Giuseppe Vaccaro: «Ringrazio la Dirigente scolastica e il prof. Infantolino, che ha seguito la mia preparazione alla gara, per avermi dato la possibilità di vivere questa straordinaria esperienza: sono stati giorni intensi, volati via in un attimo, in cui mi sono confrontato con studenti di tutt’Italia, accomunati tutti dall’interesse per il disegno CAD. Ora mi aspetta l’ultima e importante sfida, quella dell’Esame di Stato nella quale cercherò di riuscire a dare ancora il meglio di me stesso.»

olicad2olicad3

0
0
0
s2sdefault
Vai all'inizio della pagina